Via Antonio Bardelli 4 - 33035 Torreano di Martignacco - P.IVA 03790600260
0432 402576
info@sicurmed.net

Sicurmed srl

Sicurmed fornisce tutti i servizi di consulenza in ambito sicurezza sui posti di lavoro, igiene industriale, formazione (compresa la formazione sui mezzi di sollevamento), consulenze tecniche, ambientali, HACCP, per sistemi di gestione, organizzativi e Privacy, ambiente e sorveglianza sanitaria e alla commercializzazione di dispositivi e abbigliamento per la protezione dell’individuo sul luogo di lavoro.

SICURMED SERVICES

Dopo attenta e scrupolosa analisi assieme al cliente vengono redatti i protocolli generali per la gestione ed organizzazione della sicurezza nei luoghi di lavoro dell’azienda. Quindi vengono identificati i rischi e le fasi lavorative in modo da permette la redazione tecnica dei documenti specifici.

E’ la disciplina che si occupa dell’individuazione, della valutazione e del controllo, ai fini della prevenzione e dell’eventuale bonifica, dei fattori ambientali di natura chimica, fisica e biologica derivanti dall’attività industriale, presenti all’interno e all’esterno degli ambienti di lavoro, che possono alterare lo stato di salute e di benessere dei lavoratori e della popolazione.

Come previsto dal Testo Unico per la Sicurezza (D.Lgs. 81/08), il ruolo di Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione può essere assunto direttamente dal Datore di lavoro o, in alternativa, può essere affidato (su diretta designazione del datore di lavoro) a dei professionisti esterni all’azienda che abbiano le capacità ed i requisiti professionali adeguati alla natura dei rischi in azienda.

Gli incarichi svolti da un RSPP esterno prevedono:

  • Sulla base delle informazioni fornite dal datore di lavoro, lo aiuta ad individuare e valutare i rischi a cui è esposto il lavoratore, cioè tutto quanto può essere una potenziale fonte di infortunio o malattia professionale;

  • Individua soluzioni per prevenire i rischi e proteggere i lavoratori;
  • Redigere lo scadenziario per il progressivo adeguamento alla legge;
  • Predisposizione dell’aggiornamento per il Documento di Valutazione dei Rischi;
  • Redige istruzioni operative per eliminare o ridurre i rischi derivanti dal lavoro;
  • Propone al datore di lavoro materiale informativo (istruzioni, opuscoli) e corsi di formazione per prevenire il più possibile infortuni e malattie professionali;
  • Proporre possibili soluzioni alle problematiche affrontate, anche eventualmente richiedendo i preventivi necessari, stilando i capitolati e fornendo consulenza di merito nella scelta delle migliori soluzioni proposte dai fornitori;
  • E’ coinvolto nelle principali tematiche riguardanti la salute e sicurezza dei lavoratori, partecipando anche alle riunioni obbligatorie;
  • Informa i lavoratori sui rischi aziendali, sulle misure per governare i rischi e trasmette i nominativi delle figure introdotte per la gestione della sicurezza aziendale: nominativo RSPP, medico competente, addetti al primo soccorso e prevenzione incendi, rappresentante dei lavoratori;
  • Costante assistenza al Datore di Lavoro per tutti gli aspetti legati alla sicurezza sul lavoro ed anche in caso di ispezioni.

I vantaggi per l’azienda nominando un RSPP Esterno:

  • Esonera il datore di lavoro dall’obbligo seguire i corsi di formazione e di aggiornamento per RSPP;
  • Ci si avvale di un professionista della sicurezza sul lavoro già in possesso dei requisiti di legge per gestire l’incarico;
  • Un grandissimo risparmio di tempo e molte meno preoccupazioni!
  • Monitoraggio scadenze, aggiornamenti e documenti necessari con particolare attenzione all’evoluzione della normativa vigente;
  • Può occuparsi direttamente della formazione ai lavoratori direttamente in azienda;
  • Fornisce in ogni momento assistenza telefonica;
  • Organizza e gestisce sopralluoghi e riunione periodiche;
  • Mettendo in evidenza anomalie riscontrate e le soluzioni da adottare necessarie al mantenimento di un elevato grado di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro;
  • Interviene a supporto del datore di lavoro in caso di interventi da parte degli organi di controllo

 

L’obbligo dell’aziende di eseguire la formazione in relazione a quanto previsto dal d. Lgs. 81/08 e dall’Accordo stato regioni n 221 del 21/12/11 obbliga il datore di lavoro a gestire e programmare tale attività in modo preciso e dettagliato, non lasciando più spazio ad incertezze o punti morti. Sicurmed sia affianca all’azienda redigendo un percorso formativo specifico e mirato non solo per la gestione ordinaria ma anche per la gestione straordinaria ivi compreso i neo assunti o i cambi mansione.

L’accordo Stato regioni del 22 febbraio 2012 e il d.lgs 81/08 definiscono ed identificano in maniera precisa quali sono le attrezzature per le quali è necessario una specifica abilitazione e chi e in che modo questo percorso formativo possa essere erogato. Sicurmed è in grado dei eseguire questo tipo di attività con personale interno, rifacendosi poi alle varie normative regionali. Tutti i docenti hanno le idoneità tecnico professionali comprovate per poter erogare tale tipo di formazione.

L’ambiente è ormai materia e normativa cogente: Le aziende in taluni casi devono in altri si pongono come obiettivo quello di gestire al meglio il rapporto con l’ambiente. Sicurmed con la sua struttura è in grado di svolgere servizi di consulenza specifica mitrata a:

Analisi di laboratorio

  • Acque di scarico e/o potabili

Analisi chimiche: verifica della conformità al D.L. 152 del 03/04/2006 di parametri come pH, BOD5, COD, oli e grassi vegetali e/o animali, idrocarburi, solidi sospesi, solidi sedimentabili, fosforo totale, azoto nitrico, azoto nitroso, azoto totale, Idrocarburi policiclici aromatici, arsenico, boro, cadmio, cobalto, cromo, ferro, nichel, mercurio, piombo, selenio, zinco, ecc
Analisi microbiologiche: carica microbica totale, coliformi totali, coliformi fecali, streptococchi fecali, enterococchi, escherichia coli, pseudomonas aeruginosa, legionella, clostridi solfito-riduttori, ecc

  • Aria

Determinazione materiale particellare, SOV, IPA, aldeidi, fenoli, sostanze alcaline, acido cloridrico, ammoniaca, acido fluoridrico, amianto, silice libera cristallina, metalli (cromo, cromo esavalente, nichel, piombo, rame, zinco, manganese,…), CVM, ftalati, ossidi azoto, ossidi di zolfo, monossido di carbonio, AMIANTO, ecc.

  • Rifiuti

Analisi chimiche per la caratterizzazione e classificazione dei rifiuti, in particolare: pH, COD, fenoli, cianuri, fosforo totale, metalli (Arsenico, boro, cromo, nichel, mercurio, piombo, rame, zinco …), idrocarburi, solventi, IPA, PCB, AMIANTO, ecc.

Pratiche ambientali

Consulenza tecnica per la redazione delle seguenti pratiche ambientali:

  • Valutazioni Impatto Ambientale (V.I.A);
  • Valutazioni Ambientali Strategiche (V.A.S.);
  • Domande per il rilascio delle Autorizzazioni Integrate Ambientali (A.I.A.);
  • Domande per il rilascio delle Autorizzazioni Uniche Ambientali (A.U.A.);
  • Valutazione del rischio e dello stato di conservazione delle coperture in cemento-amianto a firma di tecnico abilitato, in conformità alle normative vigenti.

Emissioni in atmosfera

  • Consulenza tecnica ambientale per la richiesta di autorizzazioni alle emissioni in atmosfera;
  • Secondo le procedure previste dal D.Lgs. 03 aprile 2006, n. 152 e s.m.i.;
  • Autocontrolli periodici (campionamenti ambientali) effettuati da personale tecnico qualificato in conformità alle normative vigenti ed ai metodi ufficiali UNI e UNICHIM;
  • Determinazioni analitiche (materiale particellare, metalli, S.O.V. – C.O.T., IPA, aldeidi, fenoli, isocianati, ftalati, ecc…) effettuate presso laboratori accreditati ACCREDIA;
  • Aggiornamento periodico registri emissioni in atmosfera.

Rifiuti

  • Campionamenti ed analisi chimiche effettuate presso laboratori accreditati ACCREDIA ai fini della caratterizzazione dei rifiuti, del trattamento e/o smaltimento;
  • Gestione pratiche rifiuti ed elaborazione M.U.D.;
  • Consulenza tecnica ambientale relativa al SISTRI;
  • Assistenza tecnica nella compilazione dei formulari e/o registri di carico e scarico.

Il sistema HACCP nasce dall’esigenza di garantire la salubrità degli alimenti valutando, in ogni singola fase della produzione, i possibili rischi che possono compromettere la sicurezza degli alimenti e, di conseguenza, la salute dei consumatori finali.

Qui di seguito è elencata sinteticamente l’attività di consulenza offerta dalla da Sicurmed in materia di HACCP:

  • Sopralluogo iniziale in azienda con valutazione dell’efficienza delle strutture, delle attrezzature, dell’igiene degli impianti e delle eventuali procedure applicate;
  • Individuazione dei Punti Critici di Controllo (CCP) dei processi di lavoro, durante le fasi di preparazione, conservazione, trasporto e somministrazione degli alimenti;
  • Redazione del Manuale HACCP e del Piano di Autocontrollo conforme al sistema Hazard Analysis Critical Control Point;
  • Prelievo su alimenti (cotti e/o crudi) ed analisi dei campioni per la ricerca di germi patogeni patogeni, in conformità, in conformità alle normative vigenti;
  • Monitoraggi microbiologici delle superfici tramite applicazione di piastre a contatto e tamponi superficiali;
  • Esecuzione di analisi in laboratori affiliati alla FT Consulting, certificati e riconosciuti ACCREDIA;
  • Preventive verifiche ispettive periodiche, allo scopo di prevenire eventuali violazioni di legge, riducendo così il rischio di sanzioni;

 

Parte integrante del sistema Haccp è dato dalla formazione agli addetti alimentari siano essi responsabili o solo addetti. La normativa prevede poi che in ogni regione esistano delle tempistiche in seno alle ore di corso o dei riferimenti diretti alle ASL o all’organismo regionale stesso. Sicurmed si allinea a quanto sopra descritto ed affianca il cliente nella individuazione delle figure da formare e nei metodi e nel rispetto dei criteri normativi.

Con il termine sistema di gestione si intende un insieme di procedure, di sistemi informativi e di sistemi informatici dedicati al governo di un processo tipicamente operativo, produttivo o amministrativo.

Quando in un sistema di gestione vengono presi in considerazione più aspetti contemporaneamente anziché considerarli singolarmente (ad esempio nell’ambito della gestione qualità, sicurezza e ambiente o QSA), si parla di sistema di gestione integrato.
Sicurmed è in grado di redigere assieme al cliente i vari sistemi di gestione, integrati o meno, siano essi legati a norme Uni o a linee guida europee o nazionali. Oltre a alla redazione il servizio comprende la gestione con audit interni o supporti e consulenze sino ad arrivare all’affiancamento nei casi di Certificazione di terza parte.

Il D. Lgs. 231 è la norma che disciplina la responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni anche prive di responsabilità giuridica: in sostanza l’azienda, come organizzazione, viene ritenuta co-responsabile del reato che comunque dal punto di vista penale è attribuito ad una o più persone fisiche. Per la prima volta il nuovo regime di responsabilità coinvolge, nella repressione degli illeciti penali connessi con la sicurezza e la salute dei lavoratori, il patrimonio degli Enti che abbiano tratto un vantaggio dalla commissione degli illeciti stessi. Infatti, in caso di commissione di una delle fattispecie di reato contemplate dal D. Lgs. 231, è prevista l’applicazione a carico dell’Ente, di una sanzione pecuniaria fino ad un massimo di € 1.549.370,00 e, nei casi più gravi, l’applicazione di sanzioni interdittive quali la sospensione o revoca di concessioni e licenze, l’interdizione dall’esercizio dell’attività, il divieto di contrarre appalti con la Pubblica Amministrazione, l’esclusione o revoca di finanziamenti e contributi, il divieto di pubblicizzare beni e servizi, sino ad arrivare al comissariamento dell’Ente.

La normativa specifica è in continua evoluzione e cambiamento. Obbliga le aziende ad espletare ad una serie di adempimenti sempre più complessi e difficili. Gli impegni anche di natura organizzativa stanno diventando sempre più complessi e importanti. Sicurmed campendo le esigenze specifiche del cliente redige un sistema di gestione della privacy snello ed efficace individuando figure e responsabilità in seno ad una normativa cogente e liberando il cliente da una serie di impegni siano essi in termini temporali che di responsabilità. I tecnici Sicurmed possono ricoprire anche i ruoli di responsabile esterno del trattamento dei dati,

Tuttavia l’art. 6 dello stesso D. Lgs. 231/01 stabilisce che l’Ente possa sottrarsi alla responsabilità sancita dall’art. 5 ove dimostri:

  • di aver adottato ed efficacemente attuato, prima della commissione del fatto/reato “modelli di organizzazione e di gestione idonei a prevenire reati della specie di quello verificatosi”;
  • di aver affidato il compito di vigilare sul funzionamento, sull’efficacia e sull’osservanza del predetto modello e sull’aggiornamento dello stesso, ad un “organismo di controllo interno all’ente dotato di autonomi poteri di iniziativa e di controllo” (Organismi di Vigilanza – ODV).

Sicurmed si affianca al Cliente con i propri professionisti e redige implementa e mantiene vivo il Modello Organizzativo 231.